Sesso tantrico: cos’è e come si fa

Probabilmente il termine sesso tantrico è stato sentito da milioni di persone, ma cos’è esattamente? Per capire cos’è, bisogna conoscere il tantra, che è un antico sistema di credenze spirituali nato in India migliaia di anni fa. Secondo la tradizione indiana, il tantra è la convinzione radicale secondo cui qualsiasi cosa fa parte del percorso spirituale di ogni essere umano.

Il sesso è solo una piccola parte del tantra. Tuttavia, molte persone hanno iniziato a concentrarsi soltanto su questa minuscola frazione. Per quale motivo? Probabilmente perché mira in modo straordinario a sostituire i sentimenti di “pudicizia” nei confronti delle pratiche sessuali in genere. Il tantra offre l’innegabile opportunità di riportare sacralità, intimità e gratitudine nelle vite sessuali di moltissime persone.

Chiunque può trarre vantaggio dal tantra e dal sesso correlato. Anche se il tantra è un percorso spirituale, non deve essere esclusivo delle persone spirituali. Ma cos’è l’atto sessuale tantrico e come farlo? Continuare a leggere per conoscere la sua definizione e vari trucchi per farlo nel modo giusto, indipendentemente dal fatto che venga praticato in solitaria o in coppia.

Cos’è il sesso tantrico?

Coppia di amanti che si bacia – Sesso tantrico

Nel sesso tantrico l’obiettivo principale non è l’orgasmo, ma godere delle sensazioni, del piacere e della connessione che ne derivano. È un modo più lento e consapevole di praticare il sesso.

Il sesso è un viaggio che altera la mente, è un’esplorazione di quanto può essere profondo, dinamico, curativo, creativo e stimolante quando ha come finalità qualcosa che non sia il semplice orgasmo.

Tale pratica può essere divisa in due categorie: tantra rosso e tantra bianco. Il tantra rosso è quello insieme al partner, il tantra bianco è invece quello praticato da soli.

Come fare sesso tantrico da soli

Ragazza mora con il reggiseno sdraiata a letto – Sesso tantrico

 

Ora che si è compreso cosa sia il sesso tantrico, non resta che provarlo. Gli esperti consigliano di iniziare da soli. Perché? Cambiando la normale pratica da solista, è possibile cambiare il modo con cui fare sesso con il partner. Di seguito i passaggi fondamentali per iniziare.

Trasformare la stanza e iniziare a respirare

Il primo passo da fare è trasformare la camera da letto in un tempio. Tutto deve essere in ordine, la musica va improntata per creare uno stato d’animo sensuale, le luci vanno abbassate, gli oli essenziali devono essere piacevoli ai sensi e la temperatura dell’ambiente deve essere confortevole.

Il primo passo da compiere è provare la respirazione diaframmatica, chiamata anche respirazione di pancia, di relazione addominale. Per farlo, bisogna posare una mano sul petto e l’altra sull’addome. Fare un respiro profondo tramite il naso e ascoltare la pancia mentre si espande. Inspirare per quattro volte e poi espirare lentamente dalla bocca per quattro volte. “Tale respirazione aiuta a calmare le ghiandole surrenali e a condurre il corpo e la mente in uno stato di rilassamento tale da generare una sorta di esperienza trascendentale”.

Esplorare l’intero corpo e iniziare a masturbarsi lentamente

Oltre ai genitali, l’intero corpo è uno strumento di piacere ed espansione. Collotoraceaddome, l’interno delle cosce e delle caviglie contengono i “chakra” principali del corpo e, di conseguenza, vengono considerate zone erogene. Ecco perché è importante l’automassaggio e il tatto su queste zone. Mentre lo si fa, prestare attenzione alle sensazioni che si verificano nell’utero, nel pavimento pelvico, nella cervice e nella vagina.

Anche l’inguine è un chakra e, in quanto tale, va toccato. Lentamente però, magari due volte più del solito. C’è un famoso detto nel tantra: “tre colpi per trenta”. Cosa significa? Meglio toccarsi tre volte ma con una coscienza genuina che trenta volte senza attenzione.

sex toys possono servire? Certo! Siccome si tratta di concentrarsi sulla costruzione dell’energia erotica, vibratori, plug anali o falli di gomma vanno bene. Il consiglio è di far scorrere il giocattolo lungo l’addome e lungo gli arti per amplificare le sensazioni.

Effettuare il salto di qualità

Il passo definitivo è di masturbarsi fino all’orgasmo. Prima, però, bisogna fermarlo e respirarlo su per il corpo e dentro il cuore. Ripetere nuovamente e poi, alla fine, concedersi un orgasmo genitale.

Come fare sesso tantrico con il partner

Coppia di fidanzati che si stringono a vicenda a letto

Il desiderio è quello di provarlo con un partner? Ricordarsi sempre che, anche se esternamente la pratica sessuale potrebbe essere di qualsiasi tipo, la differenza lo fa ciò che sta accadendo all’interno. Di seguito i passaggi fondamentali.

Parlare con il partner e entrare in sintonia

Il primo passo è parlare col partner, spiegargli quanto sia fantastica questa pratica e convincerlo a provarla insieme.

C’è anche una cosa importante: durante la fase preliminare tenere lontani pensieri negativi tipo “Cosa faremo dopo?”, “Sarò in grado di raggiungere l’orgasmo?”, “Il sesso che farò adesso sarà migliore o peggiore di ieri?”.

Sono questi pensieri che creano ansia e angoscia. Invece, il suggerimento è di usare il respiro e porsi domande come “Dove ti sento più intensamente?” per entrare in sintonia col momento presente. Potrebbe essere utile abbinare il respiro con quello del proprio partner.

Guardarsi negli occhi e baciarsi

Il contatto visivo continuativo è molto importante. Per evitare imbarazzo o risate improvvise, rilassarsi e continuare a respirare. Molto presto subentrerà una sorta di adorabile intimità ipnotica, diversa dalle normali sensazioni che si avvertono durante uno scambio di sguardi. I baci devono essere intensi, perché nel tantra baciarsi è come fare l’amore orale.

Provare diverse posizioni sessuali tantriche

L’atto sessuale tantrico è tutto incentrato sulla connessione. Di conseguenza, finché si rimane in contatto, non esiste modo giusto o sbagliato per farlo. Qualsiasi posizione è tantrica, rallentandola, aggiungendo lo sguardo fisso oppure rimanendo in attesa.

Una posizione in particolare potrebbe essere sperimentata: lo “Yab Yum“, che viene considerata dagli esperti la posizione dell’atto sessuale tantrico, in cui “il partner che penetra si siede a gambe incrociate e il partner che riceve si mette a cavalcioni sulle ginocchia“, uno di fronte all’altro, e le avvolge intorno alla parte bassa della schiena.

Mentre i due partner si abbracciano, devono continuare a guardarsi intensamente negli occhi e respirare profondamente. L’abbraccio è di per sé un gesto molto dolce, ma nel tantra consente anche di controllare la velocità e la profondità, avvicinando di più entrambi i partner.

Lascia un commento