Il sesso Anale

Quando sentiamo parlare di sesso anale dobbiamo essere a conoscenza del fatto che si tratta di una pratica che può sia donare un piacere immenso che dare degli orgasmi molto intensi e pervasivi.

Esistono, però, degli aspetti che riguardano questo rapporto che hanno bisogno di essere conosciuti e compresi, dato che l’esperienza è importante che sia positiva e piacevole.

Il sesso anale è, di sicuro, il tipo di rapporto che ha molti tabù, ci sono tante persone che non lo praticano o hanno paura a farlo, per questo è opportuno parlarne e rendere chiare le modalità per riuscire a praticarlo in modo giusto.

Quindi, siamo qui a leggere come fare sesso anale, perché si deve essere a conoscenza di come va fatto, scopriamo come si pratica in modo sano e piacevole.

Il sesso anale nella coppia

sesso anale fa maleIl sesso anale è sin dalla storia molto condizionato a livello mentale, si pensa sempre che non sia giusto e che sia una pratica quasi ai livelli pornografici, ma non è così.

Perché il sesso anale, nella coppia, è molto importante e aumenta il livello di intensità ed armonia all’interno della coppia stessa, sia essa eterosessuale che omosessuale.

Questa pratica sessuale, a livello di percentuali, coinvolge almeno il 40% delle coppie ed è molto frequento solo all’interno di coppie che hanno una relazione stabile, anche perché è molto intensa e ci si deve fidare del partner, cosa che non accade con partner occasionali.

Tra gli adolescenti, il tasso di sesso anale è molto basso, non supera il 16%.

È importante sapere che il rapporto anale eterosessuale ed omosessuale rappresenta anche un fattore di rischio per la conseguente trasmissione dell’HIV e di eventuali infezioni sessualmente trasmesse, perché spesso, con questa pratica il preservativo viene meno usato nei rapporti anali tra uomini e donne.

Proprio per questo motivo si pratica di più a livello di coppia stabile che occasionale, dato che il minore uso del preservativo, mentre si fa un rapporto anale, dipende dalla minore percezione del rischio per le infezioni e per la gravidanza.

Tenete presente che l’infezione da papillomavirus (HPV) è la prima causa del cancro del collo dell’utero, quindi, come abbiamo appena detto il cancro anale può essere causato dalla stessa trasmissione del papillomavirus.

Qui c’è da dire che vi è somiglianza biologica tra le cellule del collo dell’utero e quelle che riguardano l’ano e che sono bersaglio del papillomavirus.

Come prepararsi al sesso Anale

come fare sesso analeVisto che è molto importante sapere come prepararsi al sesso anale, adesso andremo ad analizzare quali sono i modi in cui praticare sesso anale sicuro, così da avere il massimo del piacere, senza scendere troppo nei dettagli.

Prima di tutto, ciò che deve essere presente per approcciarsi al sesso anale è il desiderio, questo non è affatto banale, dato che deve esserci reciprocità e intensità, la forzatura non aiuta ad “ammorbidirsi” per questa pratica.

Quindi, il desiderio è il punto più importante, perché così il proprio corpo viene preparato così come la mente, in modo da approcciarsi apertamente.

 

Si sa che si può desiderare un rapporto anale e averne al contempo paura, in tal caso è meglio abbandonarsi alle sensazioni che regala anche una semplice stimolazione esterna.

La seconda cosa necessaria per praticare sesso anale è usare il lubrificante, questo perché la zona del retto anale, quindi l’ampolla rettale e l’ano non possono lubrificarsi come la zona vaginale.

Per cui, dato che per natura non siamo predisposti ad essere penetrati, tanto che non vi sono ghiandole che permettono una lubrificazione naturale, è importante utilizzare un lubrificante artificiale in modo da avere piacere.

Sappiamo che all’interno del mondo pornografico non utilizzano lubrificanti nel momento della penetrazione anale, ma si tratta di video girati da professionisti del settore, per cui in realtà si preparano prima alle scene, noi non possiamo vedere il momento in cui si preparano alle scene che faranno.

Per questo, è importante praticare sesso anale con il lubrificante, perché senza di esso oltre ad essere doloroso, è anche molto rischioso, dato che il retto si compone di membrane delicatissime che se non protette rischiano di essere danneggiate.

Altro punto importante è praticare sesso anale in modo lento, perché l’ano è uno sfintere che passa il pavimento pelvico, che è un insieme di muscoli che viene influenzato dalle emozioni.

Ecco che essere lenti durante la penetrazione anale è importante, dato che così si garantirà una corretta dilatazione dell’ano.

Per cui, per poter dilatare l’ano oltre al desiderio, al lubrificante e alla lentezza occorre sicuramente provare piacere.

Il piacere è quello che consente di avere una dilatazione importante, quindi per cominciare dovete lubrificare per prime le dita, così da cominciare penetrando lentamente con un dito, poi con due per arrivare alla penetrazione completa.

Come fare sesso Anale

sesso anale in coppiaAdesso che abbiamo studiato come prepararsi al sesso anale è importante capire come fare sesso anale, prima di tutto ci sono delle posizioni che sono adatte, proprio come per la penetrazione vaginale anch’esse sono infinite.

Tante persone ritengono che la sola posizione per il rapporto anale sia quella definita “a pecorina”, ma non è affatto vero.

Questa posizione si vede molto all’interno della pornografia, che poi influenza la nostra quotidianità, ma viene usata spesso perché è quella che dà una migliore inquadratura, non perché sia quella giusta da eseguire.

Difatti, dobbiamo tenere presente che esistono delle posizioni più adatte per tutte le prime volte e quelle a seguire, adesso le raccontiamo e si parte dalla posizione a cucchiaio per il sesso anale.

La posizione a cucchiaio va eseguita stando su di un lato e uno dietro l’altro, permettendo così, a chi viene penetrata/o di avere sia gambe che corpo rilassati in modo da agevolare la penetrazione.

La seconda posizione è quella dell’amazzone ed è molto adatta per il sesso anale, qui chi riceve la penetrazione anale, deve stare sopra così da poter essere in grado di gestire sia la velocità che la profondità di penetrazione, in modo da garantire tranquillità e sicurezza durante la situazione, riducendo  la contrazione del perineo.

Altra posizione è quella dell’incudine per il sesso anale, si tratta di stare uno di fronte all’altra con la persona che deve penetrare messa in ginocchio, quindi la persona che sarà penetrata deve stare con la schiena appoggiata alle cosce dell’altra e con le gambe dette “alte”.

Si tratta di una posizione che ha tanti vantaggi a partire dal primo, ovvero il contatto visivo, questo lo rende più eccitante per la coppia, agevolando anche la comunicazione perché l’uno capisce l’altro e quello che sta provando la persona penetrata.

Tale posizione permette anche di eseguire e ricevere una penetrazione profonda e una stimolazione molto intensa, ma attenzione, di negativo vi è il fatto che comporta molta stanchezza e una contrazione notevole della muscolatura, per cui utilizzate un cuscino per aiutarvi.

Ultima cosa da tenere presente è l’igiene prima del sesso anale, perché questa non è una zona pulitissima, dato che come saprete il retto serve per i propri bisogni e il rischio di sporcare c’è, quindi a volta questo è sicuramente l’aspetto meno eccitante e meno sicuro dal punto di vista virale e dei batteri, ecco che conviene utilizzare sempre il preservativo per evitare proprio i rischi di contaminazione.

Quindi, assicuratevi di avere sempre il retto vuoto e lavatelo con una lavanda ed acqua a 36°/37°. Importante, non da dimenticare, di non passare mai dal sesso anale a quello vaginale, si rischia di contaminare la flora vaginale.

Buon divertimento :-)

Lascia un commento